Roma, autista Atac pestato da una baby gang: «Roma è pericolosa»

Spread the love

ilmessaggero.it –

ROMA Gli aveva soltanto rimproverato di non fumare dentro l’autobus ma loro hanno continuato e, graziati da una presenza esigua di passeggeri a bordo, hanno deciso di sfidare ulteriormente l’autista tirando il gancio di emergenza e bloccando il mezzo. A quel punto il dipendente dell’Atac, Lucio Iannucci, 52 anni e da 30 alla guida di una delle vetture della municipalizzata dei trasporti romani, ha lasciato il posto di guida per disinnescare il blocco e continuare la corsa. È partita la seconda reprimenda al gruppetto di minorenni – tutti italiani tra cui anche una ragazza – che dalla periferia venerdì sera si stava dirigendo nel centro della Capitale per trascorrere la serata in giro per locali. I ragazzini non lo hanno sopportato e così lo hanno prima accerchiato e poi uno di loro gli ha sferrato un pugno in pieno volto fracassandogli il naso. È successo ancora una volta dopo i tanti episodi di aggressioni fisiche e verbali ai danni dei conducenti dell’Atac.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *