Ostia: tre ergastoli agli Spada, è mafia

Spread the love

ANSA.it

Ad Ostia, il quartiere di Roma che affaccia sul mare, era attivo un clan mafioso. E’ quanto ha sancito la Corte d’assise di Roma che ha condannato 17 appartenenti ed affiliati al clan degli Spada, infliggendo anche tre ergastoli a quelli che per la Procura di Roma sono i capi indiscussi del sodalizio: Carmine Spada, detto Romoletto, Roberto Spada, già condannato per la vicenda della testata ad un giornalista della Rai, e Ottavio Spada, detto Marco. In totale i giudici, dopo oltre 10 ore di camera di consiglio, hanno disposto condanne per complessivi 147 anni di carcere e assolto 7 imputati. I reati contestati vanno dall’associazione di stampo mafioso, all’omicidio, all’estorsione all’usura. Ad attendere la sentenza, nell’aula bunker di Rebibbia, anche la sindaca Virginia Raggi insieme al presidente della commissione antimafia Nicola Morra. “Questa sentenza – commenta a caldo Raggi – riconosce che sul litorale di Roma c’è la mafia

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *