Un estratto dal messaggio del Capo del Corpo Nazionale

Please follow and like us:

LIA – dal Messaggio di Fabio Dattilo

Il virus che genera una serie di malattie che sta minando la salute di tanti connazionali e anche di qualche collega.

Un collega di Salerno ci ha lasciato, ( 1 minuto di raccoglimento), altri combattono in rianimazione. Altri sono positivi ma in isolamento, altri in quarantena. In totale 8 sono in terapia intensiva,18 ricoverati e 82 in isolamento domiciliare. Abbiamo cambiato radicalmente le nostre abitudini.”

Ma Noi vigili del fuoco assicuriamo servizi essenziali e quindi il nostro lavoro non si ferma. Il soccorso ed il nostro ruolo quale struttura operativa fondamentale della Protezione civile continuano”.

Per ridurre i contagi e diradare i contatti abbiamo variato l’orario del servizio di soccorso. Abbiamo dato una spinta al lavoro agile. Abbiamo ridotto all’indispensabile gli altri servizi. Abbiamo diramato direttive su come stare in caserma, su come viaggiare nei mezzi e su come fare gli interventi in caso di presenza di malati da Coronavirus. Ogni giorno ci sentiamo con i direttori regionali, facciamo il punto e diramiamo procedure anche per aggiornarle in base alle direttive che vengono dalla Protezione civile e dal Governo.

Serve precisare che nessuno dei Vigili del Fuoco ha contratto il COVID-19 in attività di soccorso, e pochi sono stati contagiati frequentando a lavoro i colleghi . Molto hanno contratto il virus tramite soggetti che sono venuti da fuori.

Please follow and like us:

2 pensieri riguardo “Un estratto dal messaggio del Capo del Corpo Nazionale

  • 29 Marzo 2020 in 12:05
    Permalink

    Come si può affermare che Il contagio non è avvenuto in operazioni di soccorso considerando che ad oggi per la maggior parte degli interventi non è possibile rispettare le distanze di sicurezza e utilizzare appositi dispositivi di protezione individuale? Le consiglio di ascoltare anche la voce di chi è in prima linea nel soccorso e non riportare come un copia e incolla le parole dei vertici del CNVVF…così da rendere i testi che firma più simili ad un articolo giornalistico.

    Rispondi
  • 29 Marzo 2020 in 12:08
    Permalink

    E a lei chi glielo ha detto che i vigili non abbiano contratto l’infezione in servizio? Che lavora allo Spallanzani? O forse ha la sfera di cristallo? In giro è pieno di persone che non mostrano sintomi da Covid-19 e comunque hanno la capacità di trasmettere il virus? Lei è a conoscenza di questa cosa? Dalle baggianate che scrive credo di no! Il Capo del Corpo ha fatto un discorso di “apparato” dicendo che lui ha messo in atto tutte le tutele disponibili, invece le cose non stanno affatto così. Stanotte è morto un altro collega a Parma. Anche lui lo ha contratto fuori dalla sede di servizio? E tutti gli altri ammalati? Lo hanno contratto da qualche altra parte? Signora cara, sia gentile, provi a dedicare i suoi sforzi giornalistici a qualche altra cosa! Si occupi di incendi e cerimonie. Lasci stare l’argomento CoronaVirus. Il “Faro” che deve guidarla non è quello della Dirigenza e dei vertici del Corpo Nazionale, ma la base. I pompieri che tutti i giorni si sporcano le mani, aiutano la gente e soprattutto si ammalano. Si, proprio così! Il CoronaVirus ha effetti visibili in due settimane, ma i mesotelioma, i carcinomi gli enfisemi, gli infatti e i disturbi da stress da lavoro si vedono negli anni. La invito nuovamente ad ascoltare chi dà veramente la vita per i Pompieri, non chi sta spaparanzato su una poltrona e “comanda” una scrivania!

    Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Social media & sharing icons powered by UltimatelySocial