Covid: nessun reato se non si dice la verità nell’autocertificazione

Spread the love

studiocataldi.it

Il cittadino che viene fermato dalle forze di polizia e invitato a compilare l’autodichiarazione per giustificare il proprio spostamento in pieno lockdown non è obbligato a dire la verità. Deve quindi essere assolto perché il reato di falsità ideologica in atto pubblico non può ritenersi integrato. A stabilirlo la sentenza (sotto allegata) del Giudice Dott. ssa Alessandra del Corvo del Tribunale di Milano, che assolve l’uomo assistito dall’Avv. Maria Erika Chiusolo.

Fonte: Covid: nessun reato se non si dice la verità nell’autocertificazione https://www.studiocataldi.it/articoli/41521-covid-nessun-reato-se-non-si-dice-la-verita-nell-autocertificazione.asp#ixzz6qoJvCW7f
(www.StudioCataldi.it)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *