Pm, da estratti conto attese risposte su 2,5 milioni Fontana, comparare firma falsa con quelle del governatore e della madre

Spread the love

AANSA.it

Con la rogatoria, inoltrata ieri in Svizzera, la Procura di Milano chiede di avere accesso, in particolare, agli estratti conto del rapporto bancario, aperto all’Ubs di Lugano nel 2005 con una presunta firma falsa, perché da quei documenti si potrebbe capire, secondo gli inquirenti, qual è l’origine dei 2,5 milioni di euro ‘sospetti’, ritenuti frutto di un’evasione fiscale prescritta da parte del governatore lombardo Attilio Fontana.

Dagli estratti conto si potrebbe sapere, infatti, se ci sono stati bonifici o depositi in contanti, e comunque come sono arrivati quei 2,5 milioni sul conto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *