Accordo sul nucleare iraniano: primi piccoli passi in avanti, Usa e Iran si “annusano” a distanza

Please follow and like us:

it.euronews.com – urly.it/3c7c-

Fu nella capitale austriaca che il 14 luglio 2015 venne siglato l’accordo tra Usa, Iran e i 5+1.
E ora, dopo questo incontro, mediato dall’Ue, e definito “costruttivo” da tutte le parti, esiste la volontà di un ripristino dell’Accordo sul nucleare iraniano firmato da Obama e cancellato unilateralmente da Trump nel 2018.

Anche se Stati Uniti e Iran non stanno ancora trattando direttamente tra di loro, gli inviati di Russia, Cina, Germania, Francia e Regno Unito hanno già scelto un orientamento coordinato e concertato.

Sono stati istituiti due gruppi di lavoro: uno per la la revoca o la riduzione delle sanzioni americane contro l’Iran e l’altro sul controllo del rispetto dei limiti nucleari concordati con Teheran, come l’arricchimento dell’uranio.

Lo stesso inviato speciale di Washington per l’Iran, Rob Malley, ha aperto ad una possibile riduzione delle sanzioni contro l’Iran. Un annuncio che è stato accolto con favore dalla Repubblica Islamica, che lo ha definito “promettente”.

Scrive così su Twitter Enrique Mora, vice-segretario generale del Servizio europeo per le azioni esterne dell’Ue:
“Un incontro costruttivo. Ci sono unità e ambizione per un processo diplomatico congiunto con due gruppi di esperti su applicazione del nucleare e revoca delle sanzioni. Come coordinatore, intensificherà i contatti separati qui a Vienna con tutte le parti coinvolte, inclusi di Usa”.

Please follow and like us:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Social media & sharing icons powered by UltimatelySocial