Parcheggiatori e legalità

Spread the love

VALENTINA TACCHI – Intervista a Liberato Mirenna, Presidente AGA: Una mobilitazione per la tutela dei parcheggiatori autorizzati e la sicurezza dei cittadini

Continua la mobilitazione dei guardia macchine autorizzati, cioè di coloro che sono muniti di licenza comunale rilasciata dal Comune di Roma, per lo svolgimento della loro attività, riconosciuti anche con diversi atti consiliari.

Delle 258 licenze rilasciate, soltanto 40 hanno preso realmente il posto di lavoro, di cui 20 sono state assorbite anni fa dall’ex Sta (oggi Atac). Gli altri dovrebbero essere ricollocati nei vari parcheggi territoriali dei Municipi. 

La questione non è ancora risolta nonostante i provvedimenti votati dall’assemblea Capitolina, affinché si concluda quell’iter amministrativo dei Municipi per l’affidamento delle aree e dei parcheggi. La situazione è stata resa ancora più gravosa a seguito dell’estensione delle aree sosta destinate a tariffazione con i parcometri.

Si moltiplicano, intanto, i casi di violenza soprattutto nei pressi degli Ospedali romani a danno dei cittadini.

A Febbraio un parcheggiatore abusivo ha aggredito un automobilista, prendendolo a calci ed a pugni nei pressi dell’ospedale San Camillo a Roma. La vittima si era rifiutata di pagarlo ed è stata picchiata. Rintracciato dalla Polizia, pende ora il reato di tentata estorsione aggravata. Un altro abusivo ha preso di mira una donna:  “O mi paghi o sposti la macchina”! L’episodio non si è chiuso in strada ma ha avuto uno strascico giudiziario, col parcheggiatore sotto processo per tentata estorsioneAncora violenza nei pressi della Stazione Termini. Un parcheggiatore abusivo è stato arrestato dai Carabinieri dopo che aver aggredito un uomo che non ha voluto pagare, minacciandolo di danneggiargli l’auto. I casi di violenza sono aumentati, quindi, ed hanno mobilitato anche Il Comitato volontario dei cittadini, sostenendo l’iniziativa del Presidente dell’AGA.

Nonostante tutti i solleciti del VII Dipartimento Mobilità e Trasporti, della Direzione Generale del Comune di Roma, della stessa Sindaca – che ha esortato l’ottemperanza delle delibere – e dei Municipi che hanno già proceduto all’individuazione delle aree, non si completa l’iter amministrativo, lasciando così i tanti lavoratori senza occupazione. 

E’ partita così l’inchiesta giornalistica sulla situazione dei parcheggi a Roma,  seguita dal giornale Il Faro www.ilfaroinrete.it insieme a quella della conduttrice Elena Presti sui canali televisivi. Nuove regole per favorire la legalità, soprattutto, nei pressi degli ospedali, per la sicurezza della Capitale. .

Protagonista di questa battaglia è Liberato Mirenna, Presidente dell’AGA (Associazione Guardia Macchine Autorizzati) che abbiamo incontrato proprio in zona Policlinico, davanti al parcheggio dell’Ospedale.

Liberato sono diverse le segnalazioni dei cittadini per le minacce subite da parte degli abusivi. Da anni ti batti per garantire il lavoro proprio ai Guardia Macchine autorizzati. Ci sono sviluppi?

I parcheggiatori abusivi si arrogano un diritto che non hanno e riscuotono anche dei soldi illecitamente. Sono il Presidente di questa Associazione di categoria AGA che nel 1992 è stata fondata da me proprio per riunire tutti i guardia macchine autorizzati con licenze comunali.

Il Comune di Roma ha rilasciato 258 licenze, ma soltanto 40 hanno preso il posto di lavoro. Abbiamo chiesto di ricollocarci come prevedono le delibere nelle aree precedentemente autorizzate. Proprio Via Lancisi, con il Policlinico sono le zone autorizzate e il Comune ha riconosciuto la proroga delle aree. Il Municipio 2 ha stabilito che qui devono ritornare i guardia macchine autorizzati, chiaramente con la divisa, rilasciando regolare scontrino fiscale, adottando una tariffa popolare di un euro al giorno concordata con l’amministrazione capitolina. Il disagio dei cittadini si è fatto sentire. Il Municipio 2 ha ottemperato così a quelle che sono le delibere del Consiglio comunale, cioè prorogando le aree precedentemente autorizzate.

La tariffa AGA è soltanto un euro al giorno?

Solo un euro al giorno, mentre qui nelle zone parcometrate è un euro l’ora. Una tariffa agevolata, quindi, che non esiste in nessun posto in Italia.

Come AGA siete presenti anche in diversi quartieri di Roma?

Siamo presenti da ormai 15 anni in molte aree della Cristoforo Colombo dove gestiamo diverse aree di parcheggio. Poi chiaramente sulla base di questo, noi paghiamo un corrispettivo ai Municipi per ogni posto macchina.

L’amministrazione capitolina con la Sindaca Raggi nel corso di questi anni è intervenuta per combattere il fenomeno dell’abusivismo a Roma. Come ha seguito la risoluzione della controversia dei parcheggiatori?

La stessa sindaca Raggi ha fatto un suo intervento con una nota indirizzata ai vari Municipi di Roma, dicendo che dovevano individuare le aree per ricollocare i guardia macchine autorizzati, proprio per combattere il fenomeno dell’abusivismo su questa città.

Ricordo che nel IX Municipio avevamo seguito anni fa la questione portandola anche in sede del Consiglio municipale per sensibilizzare la regolamentazione, anche con sanzioni significative dopo gli episodi verificati all’Eur. Come AGA contribuite anche alla sicurezza dei quartieri…

Esattamente, la nostra figura è molto importante. Il cittadino così non ha paura, anche di eventuali ritorsioni sulle auto, come nel territorio dell’Eur dove, in questi ultimi anni sul discorso di parcheggiatori abusivi ci sono stati tante inchieste. Un passo avanti l’abbiamo fatto anche con il IX Municipio, dato che hanno già deliberato ed individuato diverse aree e stanno predisponendo il bando per far partecipare quelli che hanno i requisiti, guardia macchine autorizzati o altre Associazioni e persone. Il bando è proprio imminente.

Dopo tanti anni finirà questa storia dell’abusivismo in tanti territori della città.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *