Il soccorritore del neonato a Ceuta: “L’ho preso tra le braccia, era gelato e pallido”

Spread the love

huffingpost.it – urly.it/3d1r5

L’agente ha parlato alla rete televisiva La Sexta: “Eravamo tre persone in acqua, stavamo aiutando varie persone. Ho visto una donna con un salvagente giocattolo, cercava di sopravvivere”. E ancora: “Pensavo che avesse in spalla uno zainetto con dei vestiti, ma dopo un suo movimento ho capito che si trattava di un neonato”. A quel punto, Juan Francisco non ci ha pensato due volte: “Io e un collega ci siamo diretti rapidamente verso di loro, io ho preso il bimbo e lui ha soccorso la madre”.

L’agente non ha capito subito in che condizioni fosse il piccolo: “Era così pallido e immobile che non sapevo se stesse bene o no”, ha raccontato ancora a radio Cadena Ser. Secondo le informazioni di cui è in possesso, ha aggiunto, adesso sia il bimbo sia sua madre stanno bene.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *