Ucciso, smembrato e gettato nei rifiuti dai genitori. Lo avevano già fatto con la sorella

Spread the love

formatonews.it – urly.it/3d54n

Ci sono genitori – la maggior parte – che darebbero la vita per i propri figli. E poi ci sono le eccezioni: i genitori che tolgono la vita ai figli.  Quello che è accaduto al regista Babak Khorramdin ha dell’incredibile. L’uomo, 47 anni – riporta Il Fatto Quotidiano –  è stato drogato, ucciso e smembrato dai suoi genitori.  Il cadavere è stato rinvenuto dentro un cassonetto dei rifiuti nei sobborghi di Teheran, in Iran. Alcune parti del corpo erano dentro una valigia, altri pezzi, invece, dentro alcuni sacchi. Nonostante il corpo fosse stato smembrato, la Polizia è riuscita ad identificare la vittima attraverso le impronte digitali delle sue mani, seppur troncate e staccate dalle braccia.

Il padre delle due vittime,durante l’udienza in Tribunale, ricordando la triste sorte dei suoi due figli ha concluso: “Non mi pento di quello che ho fatto con la collaborazione di mia moglie. Erano corrotti e ringrazio Dio

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *