C’è la conferma del fratello di Saman: “È stata uccisa dallo zio perché non voleva sposarsi”. La condanna dell’Ucoii

Spread the love

lastampa.it – urly.it/3dbfc

NOVELLARA (REGGIO EMILIA). Si delinea sempre meglio lo scenario dell’uccisione di Saman Abbas, la diciottenne scomparsa a Novellara di Reggio Emilia: a compiere materialmente il delitto sarebbe stato lo zio, Danish Hasnain, un trentatreenne indagato per l’omicidio e l’occultamento del cadavere della ragazza insieme ai genitori e a due cugini, ma il giovane è stato solo il braccio armato di un’azione concepita e voluta da tutta la famiglia, che voleva imporre all’adolescente un matrimonio combinato con un altro cugino in Pakistan.

Il fratello 16enne della vittima avrebbe confermato l’ipotesi investigativa del delitto, peraltro smentita dal genitore dell’adolescente, che l’altro giorno ha raccontato dal Pakistan, dove si è rifugiato insieme alla moglie, al fratello e a un cugino, tutti indagati per gli stessi delitti, che la figlia sarebbe viva e si troverebbe in Belgio.  Saman, riprese le ricerche della ragazza pachistana con l’aiuto dei cani: si sospetta sia sepolta nei campihttps://video.lastampa.it/embed/cronaca/saman-riprese-le-ricerche-della-ragazza-pachistana-con-l-aiuto-dei-cani-si-sospetta-sia-sepolta-nei-campi/139963/140218?adref=https://www.lastampa.it/cronaca/2021/06/02/news/c-e-la-conferma-del-fratello-di-saman-e-stata-uccisa-dallo-zio-perche-non-voleva-sposarsi-la-condanna-dell-ucoii-1.40344267&responsive=true&dnst=true

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *