Condannato a pagare 20mila euro per aver ucciso una cagnolina

Spread the love

studiocataldi.it

Condannato a una multa di 20 mila euro per avere ucciso a calci la cagnolina Liù. A stabilire la condanna nei confronti dell’uomo ritenuto colpevole della morte dell’animale ai sensi dell’art. 544 ter del Codice penale è stato il tribunale di Piacenza. I fatti sono accaduti nel maggio 2018 e vengono resi noti dall’Organizzazione internazionale protezione animali (Oipa).

Il Tribunale monocratico di Piacenza ha inoltre disposto a carico dell’imputato un risarcimento di 3 mila euro nei confronti dell’Oipa, che si è costituita parte civile, e il pagamento delle spese processuali quantificate in 3.400 euro. A far scattare l’indagine dei carabinieri di Piacenza era stata la denuncia di una persona che aveva visto l’uomo prendere ripetutamente a calci la cucciola, di appena quattro chili e mezzo di peso, lungo la pista ciclabile di via Penitenti, nel quartiere Farnesiana, mentre la stava portando a passeggio. Il pubblico ministero, per l’accertamento dei fatti, dispose un’autopsia che fu eseguita dall’Istituto zooprofilattico di Gariga di Podenzano. L’esito dell’esame attestò che la morte di Liù era riconducibile a uno “shock emorragico da emotorace verosimilmente di natura traumatico, compatibile con i calci a livello di costato”.

Fonte: Condannato a pagare 20mila euro per aver ucciso una cagnolina https://www.studiocataldi.it/articoli/42059-condannato-a-pagare-20mila-euro-per-aver-ucciso-una-cagnolina.asp#ixzz6wqM6MWGO

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *