Saman, l’orrore di una storia italiana

Spread the love

huffingpost.it – urly.it/3df74

“Ora andate in casa, ora ci penso io”. Lo zio di Saman, Danish Hasnain, ha allontanato con queste parole i genitori della ragazza. Quando è tornato, la notte tra il 30 aprile e il primo maggio, era solo. Ha consegnato ai genitori della giovane di origine pachistana – scomparsa a 18 anni da Novellara, nella Bassa Reggiana, dopo aver rifiutato un matrimonio combinato – il suo zaino. Saman non c’era più.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *