Concorsi pubblici: cosa cambia

Spread the love

studiocataldi.it –

Annamaria Villafrate |Pubblicato in Gazzetta il Decreto Covid che tra le tante misure introduce una norma che semplifica le procedure concorsuali

Pubblicato in Gazzetta e in vigore dal 31 maggio il decreto legge n. 44/2021 coordinato con la legge di conversione 28 maggio 2021 n. 76 recante “Misure urgenti per il contenimento dell’epidemia da COVID-19, in materia di vaccinazioni anti SARS-CoV -2, di giustizia e di concorsi pubblici” (sotto allegato).

Il decreto, tra le varie misure, contiene importanti novità sui concorsi pubblici, come disciplinato dall’art. 10. Analizziamo il contenuto della norma dedicata alle “Misure per lo svolgimento delle procedure per i concorsi pubblici.”

Le amministrazioni interessate dalla Riforma delle procedure concorsuali sono quelle di cui al comma 2 dell’art 1 del dlgs n. 165/2001: le amministrazioni dello Stato compresi istituti e scuole di ogni ordine e grado, le istituzioni educative, le aziende ed amministrazioni dello Stato ad ordinamento autonomo, le Regioni, le Province, i Comuni, le Comunità montane e loro consorzi e associazioni, le istituzioni universitarie, gli Istituti autonomi case popolari, le Camere di commercio, industria, artigianato e agricoltura e loro associazioni, tutti gli enti pubblici non economici nazionali, regionali e locali, le amministrazioni, le aziende e gli enti del Servizio sanitario nazionale l’Agenzia per la rappresentanza negoziale delle pubbliche amministrazioni (ARAN), le Agenzie di cui al decreto legislativo 30 luglio 1999, n. 300 e il Coni (fino alla revisione organica della disciplina di settore)

Fonte: Concorsi pubblici: cosa cambiahttps://www.studiocataldi.it/articoli/42081-concorsi-pubblici-cosa-cambia.asp#ixzz6xPDq7Zt1

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *