Lutto nel mondo del calcio per la scomparsa di Giampiero Boniperti

Spread the love

lavocedinovata.it-

Per quasi otto decenni ha rappresentato una sorta di “novaresità” applicata a quello stile juventino tutto sabaudo. Giampiero Boniperti, prima giocatore simbolo della società bianconera e poi presidente, spentosi a Torino nella notte fra giovedì e venerdì all’età di 92 anni (ne avrebbe compiuti 93 il 4 luglio prossimo) per un’insufficienza cardiata, era tutto questo e anche oltre. Il simbolo vivente della fedeltà assoluta a una squadra. Prima da tifoso quando lui, nato a Barengo, tirava i primi calci nella squadra del suo paese e in quella della vicina Momo, poi da giocatore, con il grande “balzo” in maglia bianconera che vestì dal 1947 al 1961 (stabilendo un primato tuttora imbattuto di 469 presenze e 188 reti fra campionato e coppe), infine da dirigente, attraverso quella sua presidenza (durata dal 1971 al 1990) caratterizzata da una lunga serie di trionfi nazionali e non.

Leggi di più https://www.lavocedinovara.com/sport/lutto-nel-mondo-del-calcio-per-la-scomparsa-di-giampiero-boniperti/

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *