Licenziamento illegittimo: indennizzo o reintegro. Casi, esempi e regole

Spread the love

laleggepertutti.it – urly.it/3dvh8

La protezione dei lavoratori per i casi in cui il giudice dovesse accertare che si tratta di un licenziamento illegittimo è diversa in base alla data di assunzione.

A coloro che erano già in forza in azienda il 6 marzo 2015 si applica la normativa da ultimo modificata ad opera della “Riforma Fornero” (Legge numero 92/2012). Cosiddetti “vecchi assunti”.

Al contrario, i dipendenti:

  • Assunti a tempo indeterminato dal 7 marzo 2015;
  • Trasformati a tempo indeterminato dal 7 marzo 2015;

sono destinatari (si parla di “nuovi assunti”) del regime delle “tutele crescenti” introdotto dal Dlgs. n. 23/2015 in attuazione della Riforma del “Jobs Act”. Questo si caratterizza per un utilizzo minore della reintegrazione del dipendente nel posto di lavoro, per quanto riguarda i casi di licenziamento privo di giusta causa, giustificato motivo oggettivo o soggettivo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *