Liberato il sacerdote rapito più di tre settimane fa dai jihadisti in Mali

Spread the love

acistampa.com – urly.it/3dywg

La fondazione pontificia Aiuto alla Chiesa che Soffre (ACS) conferma la liberazione di Don Leon Douyon, sacerdote cattolico di Ségué nella regione di Mopti in Mali, avvenuta ieri pomeriggio martedì 13 luglio. In un messaggio ricevuto da ACS Mons. Jean-Baptiste Tiama, vescovo di Mopti, ha espresso la sua gioia per la notizia: “Il nostro fratello Léon Douyon era separato, lontano da noi. Oggi pomeriggio è tornato fra noi e ne siamo molto contenti”. 

Don Leon è stato rapito il 21 giugno insieme a quattro fedeli sulla strada che da Ségué porta a San, mentre si recavano a un funerale. Quattro degli ostaggi sono stati rilasciati dopo poche ore, ma il sacerdote è stato trattenuto dai jihadisti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *