Contratti a termine senza causale fino al 30 settembre 2022

Spread the love

pmi.it – urly.it/3dzdf

La novità è stata inserita nella legge di conversione del Sostegni bis e prevede che si possano stipulare contratti a termine senza causale fino al 30 settembre 2022 in presenza di «specifiche esigenze previste dai contratti collettivi». Viene quindi introdotta una nuova flessibilità del tempo determinato, oggi possibile senza causale solo per i primi 12 mesi e solo in presenza di accordi sindacali (nazionali, regionali o aziendali). In pratica, la norma introduce una nuova fattispecie di possibile contratto a termine senza causale oltre i primi 12 mesi e fino a 24 mesi in totale, per «specifiche esigenze», che non vengono meglio precisate, formulazione che consente una notevole flessibilità. Il vincolo è rappresentato dalla necessità che le esigenze siano inserite in un contratto di lavoro (aziendale, territoriale o aziendale), quindi si vuole appunto l’accordo imprese sindacati. Dall’ottobre del 2022 questa possibilità decade.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *