Omicidio al bancomat, c’è la svolta: fermato un 31enne

Spread the love

tmnews-it – urly.it/3dzn6

LEQUILE – La svolta nelle indagini arriva a poche ore da quei due colpi di pistola che hanno ucciso Giovanni Caramuscio, 69 anni di Monteroni, mentre compiva una delle azioni più banali e quotidiane: prelevare denaro contante da uno sportello bancomat, quello del Banco di Napoli alla periferia di Lequile.

Tenuto sotto torchio per tutta la mattinata, nel pomeriggio è stato sottoposto a fermo il presunto autore dell’omicidio: si tratta di Mecaj Paulin, 31 anni, di nazionalità albanese. Sarebbe uno dei due malviventi, colui che ha sparato alla vittima con una beretta, calibro 9 corto, con matricola abrasa, la stessa rinvenuta successivamente all’interno della sua abitazione dai carabinieri del Nucleo investigativo del comando provinciale di Lecce. Il fermo è stato emesso dalla Procura, a firma del pm Alberto Santacatterina.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *