Contratti a termine, rinnovo senza causale: le eccezioni 2021

Spread the love

pmi.it – urly.it/3fbpd

Come noto, in base a quanto disposto dal Dl Sostegni (articolo 17 del dl 41/2021), si possono prorogare o rinnovare i contratti a termine senza causale fino al 31 dicembre 2021. Resta la durata massima complessiva di 24 mesi, ed è possibile una sola proroga per una durata massima di 12 mesi ma non rilevano proroghe e rinnovi già utilizzati prima del 23 marzo, data di entrata in vigore del decreto. Quindi, anche i contratti a tempo determinato già  rinnovati nel 2020 o nei primi mesi del 2021 utilizzando le deroghe delle norme anti Covid, possono essere nuovamente prorogati o rinnovati.

N.B.: Il termine del 31 dicembre 2021 si riferisce alla proroga o al rinnovo (che devono avvenire entro fine anno), mentre il termine del contratto di lavoro può essere successivo, dunque anche collocato nel 2022.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *