Isole Faroe, massacrati quasi 1500 delfini: mai vista una mattanza così

Spread the love

msn.com.it – urly.it/3fhn_ì

Una tradizione che si rinnova ogni anno nelle Isole Faroe, in Danimarca: uccidere brutalmente i delfini, usando arpioni, coltelli e in alcuni casi anche trapani elettrici. Tecnicamente si chiama Grindadrap, che tradotto significa “caccia alle balene”, ma in realtà è indirizzata ad altri cetacei: centinaia di lagenorinchi acuti sono stati spinti a riva dalle imbarcazioni, fatti spiaggiare e crudelmente macellati. 1428 esemplari morti, compresi cuccioli e femmine incinte. Una mattanza senza precedenti. 

La denuncia e le (crudissime) immagini arrivano dall’organizzazione ambientalista no profit  Sea Shepherd, da moltissimi anni impegnata nella tutela della fauna marina in ogni angolo del pianeta. Le famigerate Grindadrap sono già ampiamente note per la loro ferocia, ma  l’ultimo massacro avvenuto lo scorso fine settimana ha suscitato l’indignazione di moltissimi residenti oltre che dei “soliti” animalisti.

Da anni, infatti, gli attivisti per i diritti degli animali sono in rivolta. La Blue Planet Society ha esortato le autorità danesi e l’Ue a fermare la caccia ma resta una delle più grandi risorse economiche del XX secolo delle Isole Faroe e per questo “intoccabile”. Finora. 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *