Aristotele

Spread the love

GIUSEPPE ROTUNDO

Aristotele giunse a studiare ad Atene a 17 anni scegliendo Platone come suo maestro. Ma il destino dei maestri, si sa, è spesso quello di essere criticati e superati. E Aristotele prese di mira proprio le teorie del maestro per costruire il suo sistema filosofico. Se per Platone i fenomeni terreni andavano ricercati in una loro forma ideale, per Aristotele bisognava invece affidarsi all’esperienza per conoscere le caratteristiche che rendono le cose ciò che effettivamente sono. Non nasciamo con la capacità innata di riconoscere le forme come diceva il suo maestro, ma dobbiamo scontrarci quotidianamente con la realtà per capire come è fatta. Aristotele dette così il via a quella che sarà la futura disputa tra razionalisti (che si riconosceranno nel potere della ragione e nell’essenza innata delle cose) ed empiristi (i quali sosterranno che tutta la conoscenza deriva dall’esperienza). Inventore del sillogismo (se le A sono X e B è una A, allora se ne deduce che B è una X) ovvero di due premesse e una conclusione,  ha inventato il ragionamento logico per come lo conosciamo. Come dire, se l’esperienza è intorno a noi e Aristotele è l’esperienza, allora Aristotele è ancora intorno a noi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *