Morto in casa da 20 giorni, la madre disabile non riesce a dare l’allarme

Spread the love

ilmessaggero.it – urly.it/3f-0x

È stato trovato ieri sera, in avanzato stato di decomposizione, a Fossacesia (Chieti), il cadavere di un 67enne deceduto oltre venti giorni fa in casa per cause naturali. L’uomo viveva con la madre, di 86 anni, che disabile e costretta a letto, pur cosciente del fatto che il figlio era morto, non avendo neppure un telefono a disposizione, non è riuscita a dare l’allarme.

Alcuni vicini stasera, sentendo un terribile fetore provenire da quell’abitazione, hanno allertato i carabinieri della compagnia di Ortona (Ch) i quali, a loro volta, dopo essere giunti sul posto, hanno avvisato i vigili del fuoco. Che hanno sfondato la porta e sono entrati. In una camera c’era la salma. La mamma è riuscita a sopravvivere trascinandosi fino alla cucina e nutrendosi di quel che trovava. Sul posto anche il 118 per soccorrere la pensionata.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *