Una gita fuori porta: la Maremma di casa nostra

Spread the love
Capalbio tra spiagge chiare ed attrazioni della natura

A poche decine di Km da Roma, seguendo la costa verso nord, è facile organizzare visite attraversando percorsi multi culturali e multi sensoriali nella Maremma meridionale. Etrusca e poi romana, dalla zona litoranea che va dal Lazio alla Toscana, attraversando gli antichi insediamenti etruschi oggi nei territori di Cerveteri, Santa Severa, Santa Marinella, Civitavecchia, Tarquinia e Montalto di Castro, si raggiunge la foce del Chiarone, che con Pescia Romana e Pescia Fiorentina segna il confine tra le due regioni. Comincia il territorio di Capalbio con le sue spiagge chiare e la vista imponente, dalla costa e dai colli, del vicino Monte Argentario. Fantastica e sconfinata tra colline e mare siamo finalmente in maremma, un tempo terra di briganti e di malaria, oggi polo di attrazione per i turisti più esigenti. Mare, cultura, natura, un territorio variegato adatto alla ricerca della quiete, dello sport, o per deliziare il palato con le sue specialità. Da Capalbio con il suo antico abitato, le spiagge o il Giardino dei Tarocchi, si può partire per visitare i laghi e le riserve naturali, così come i resti degli antichi insediamenti ed i borghi medievali, con tante mete per diversi tipi di viaggiatori, abituali o di un weekend, per poi approfondire la conoscenza più volte e più a lungo. Giorgio Bottari

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.