Un cadavere carbonizzato ritrovato alla periferia di Pavia. Impossibile il riconoscimento

Spread the love

Un cadavere carbonizzato è stato ritrovato nell’ex area industriale dell’azienda chimica Snia, alla periferia di Pavia. 

Il corpo è irriconoscibile: non si sa ancora se appartenga a un uomo o a una donna. A trovarlo è stato un operaio alla guida di una ruspa che stava lavorando in quell’area. Il cadavere è stato poi trasferito all’istituto di Medicina Legale dell’Università di Pavia, dove verrà effettuata l’autopsia. 

Al momento gli investigatori seguono la pista dell’omicidio, ritenuta la più attendibile.

Il fatto intorno alle 15.40 in zona Bargatano, quando è arrivata la chiamata che ha allertato immediatamente i Vigili del fuoco del distaccamento di Fabriano, i sanitari del 118 e le forze dell’ordine.

Ancora poco chiara la dinamica dell’incidente, con la ricostruzione al vaglio delle forze dell’ordine. Indagini in corso da parte dei carabinieri.

Per l’uomo di circa 70 anni purtroppo non c’è stato nulla da fare, troppo gravi le ferite riportate, mentre per la moglie è stato disposto il trasferimento con l’eliambulanza prezzo l’ospedale regionale di Torrette.

https://www.rainews.it/a

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.