Una nuova prospettiva per Roma e il Lazio

Spread the love
di Luigi Abate

“Sono un pompiere, perciò se ti dico che non tutte le fiamme vanno spente, ti puoi fidare”.
Questo è lo slogan che ho scelto quando ho deciso di candidarmi come Consigliere alla Regione Lazio. E l’ho scelto di proposito. Per lanciare un messaggio di fiducia e di speranza a tutti i cittadini che hanno a cuore le sorti di Roma, la nostra Città e del
Lazio, una Regione tra le più grandi e più belle d’Italia. Ho già avuto l’onore e il piacere di essere eletto Consigliere regionale durante il mandato della Presidenza Polverini. Purtroppo, però, quell’esperienza si concluse a metà legislatura. E pertanto non mi fu possibile far discutere e approvare diverse proposte di legge che presentai.

Tra le più importanti vorrei ricordare quelle sull’amianto, sui rifiuti urbani, il fotovoltaico, il solare termico e la sicurezza domestica. In questi ultimi anni, però, altre tematiche si sono imposte alla nostra attenzione. Anche queste le ho inserite nel mio programma elettorale. Penso alle coltivazioni agricole primarie, ormai carenti a causa del conflitto russo-ucraino, alle emergenze energetiche ed anche al degrado urbano e alle assenze governative per la rivitalizzazione del territorio laziale. Settore, quest’ultimo, che va incrementato con l’accoglienza del turista, pianificando e realizzando eventi, anche dal vivo, artistici, culturali, di moda, di
svago di diletto e di richiamo in generale. Inoltre, bisogna creare percorsi itineranti alla scoperta del territorio laziale e della sua variegata offerta enogastronomica necessari anche al turismo rurale e alla valorizzazione dei prodotti laziali. Dobbiamo
impegnarci anche per un nuovo modello di sanità pubblica. Penso alla medicina di prossimità, con un’attenzione particolare alla telemedicina. Su questo strumento innovativo dobbiamo concentrare tutti i nostri sforzi per eliminare ritardi e inefficienze che, purtroppo, ancora caratterizzano il nostro sistema sanitario.

Un programma che si rispetti non può non affrontare i tanti problemi di Roma. La nostra Capitale che, ricordiamocelo bene, è una delle città più belle e visitate nel mondo. Piange il cuore vederla sempre più in affanno, disorganizzata e caotica. Non dobbiamo meravigliarci se poi il giudizio dei cittadini su rifiuti, pulizia e sicurezza diventa sempre più critico e impietoso. Per me e per tutti quello che si candidano ad un incarico pubblico esiste un dovere civico, oltreché morale, perché le cose cambino radicalmente.

Ecco perché, ritornando al mio slogan elettorale, la fiamma più luminosa che io non ho mai spento è la mia passione per la politica e per “il far bene” al cittadino. Impegno che io intendo come servizio alla comunità, alle famiglie e a tutti quei
mondi vitali che hanno bisogno di essere ascoltati e sostenuti nel loro cammino. Purtroppo per noi, Roma e il Lazio presentano non poche criticità. Penso alla raccolta dei rifiuti che non funziona, alla mobilità urbana e ai trasporti, al decoro e
alla pulizia urbana. Elementi, questi, che dovrebbero costituire il biglietto da visita
per la nostra Capitale, una delle città più antiche e più belle del mondo.

C’è tanto da fare per Roma e la Regione. Soccorrono, per questo, i fondi del Piano nazionale di Ripresa e Resilienza. Attenzione queste risorse che l’Europa ci mette a disposizione non vanno sprecate perché debbono essere spese entro il 2026.
Nella mia lunga attività professionale ho ricoperto diversi incarichi: Comandante dei Vigili del Fuoco a Sassari, Latina e a Roma; Direttore Regionale dei Vigili del fuoco per il Lazio fino al 2010. E poi, nelle Istituzioni, Consigliere Regionale e Presidente
della Commissione Sicurezza sul Lavoro alla Regione Lazio nella XI Legislatura.

Per lavorare nelle Istituzioni e, soprattutto, per realizzare qualcosa di positivo, non basta la competenza e la volontà dei singoli. Occorrono soprattutto la stima e la fiducia degli elettori. Per questo mi propongo di continuare e migliorare il lavoro che
ho sempre svolto. La mia candidatura alla Regione Lazio ha quest’obiettivo: mettere, ancora una volta al servizio della comunità, passione ed esperienza che ho sempre coltivato in oltre quarant’anni della mia vita professionale.  Capolista di Forza Italia alle Elezioni Regionali del Lazio per Roma e Provincia, per Francesco Rocca Presidente.
Ing. Luigi Abate

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.