Cosa pensano del Faro i Vigili del Fuoco

Spread the love

Nino Giomi – Capo del Corpo Nazionale

Il  Faro di nome e di fatto – La mia carissima amica Lia Albonico, che con passione cura la rubrica sui Vigili del fuoco sul  Giornale di informazione “Il Faro”, mi ha informato che questa testata giornalistica è giunta al traguardo del centesimo numero.

Devo riconoscere che lo spazio dedicato a noi Vigili del fuoco è progressivamente cresciuto arricchendosi di varie sezioni: le news del Corpo Nazionale, la documentazione sui Vigili del fuoco, le notizie sindacali, la rassegna stampa, la sicurezza, i racconti di vita e le curiosità. Tutti i contenuti curati con entusiasmo e amore senza mai travalicare il rispetto delle persone, mettendo al primo posto l’informazione oggettiva e consentendo a tutti coloro che lo desiderano di esprimere il proprio pensiero in libertà e senza scadere nella polemica.

La dottoressa Albonico è una professionista seria che con spirito di appartenenza al giornale e ai Vigili del fuoco scrive di un mondo  che ci appartiene. Parla di noi, dei nostri sentimenti, delle nostre problematiche, e delle nostre vittorie. Non veste la nostra uniforme ma pensa e parla come una di noi perché fin da bambina ha vissuto con noi: il papà di Lia era infatti un Pompiere, un valente maresciallo dei Vigili del fuoco.

Ringrazio l’Editrice e Direttrice responsabile de “Il Faro” Valentina Tacchi perché il suo giornale è diventato un importante punto di riferimento per noi Vigili del fuoco e per tutti coloro che ci seguono e ci vogliono bene. Un faro di nome e di fatto! Continuate così, parlate alla gente con un linguaggio semplice e concreto e i vostri lettori vi apprezzeranno sempre di più. Auguri! Gioacchino Giomi

—————————————————————-

 Guido Parisi – Dirigente generale  

Il “Faro”  è portatore di emozioni, essendo un punto di riferimento certo e continuo,

come lo sono i  vigili del fuoco e come loro ha un’anima e un cuore che batte forte!

Marco Ghimenti – Comandante provinciale VVF Roma

Il Faro, un giornale che potrebbe essere il giornale di ognuno di noi, per ognuno di noi. Al passo con i tempi ma con quel DNA sempre tradizionale e familiare, come del resto chi ci lavora. Su tutti, nessuno se ne abbia, la nostra Lia, con la quale sono sicuramente in linea la Direttrice e la redazione tutta, nessuno escluso.

Ogni Vigile del Fuoco può sentire proprio Il Faro, non solo per il fatto di essere sempre presenti nelle sue pagine, insieme ad altri vari e interessanti argomenti, ma anche per la vicinanza di quello che può leggere e per la possibilità di essere egli stesso autore.

Perché Il Faro è una sorta di Comando VV.F. virtuale; leggendolo infatti è come se si camminasse attraverso i locali, le funzioni e gli avvenimenti di un Comando, ma non solo, anche attraverso le emozioni, i pensieri ed i sentimenti di chi ci lavora.

Grazie quindi al Faro e a tutti coloro che per esso lavorano, poiché possiamo dire che Il Faro è il nostro piccolo Comando in più.

 Emilio Occhiuzzi – Direttore Centrale per la formazione 

Seguo sempre anche la tua rivista e sinceramente posso dirTi che molti articoli li ho trovato interessanti e ne ho fatto tesoro per il mio accrescimento professionale. Continua con lo stile che ha il Faro perché sono sicuro che il Corpo Nazionale ne avrà beneficio. Un abbraccio

———————————————————————

 Modesto Clara – Comandante provinciale Vigili del Fuoco di Latina

Quando si raggiungono traguardi così importanti è giusto e doveroso soffermarsi e sottolineare quanta fatica e quanta dedizione ha comportato. Il Faro, e quindi tutti coloro che lavorano per la sua pubblicazione, sono da sempre particolarmente attenti a tutto quello che avviene nel nostro mondo e in quello della sicurezza in generale. Facciamo un augurio sincero per raggiungere traguardi sempre più ambiziosi e ringraziamo per la vicinanza che da sempre ci dimostrate.

 Marisa Cesario – Comandante Vigili del Fuoco di Taranto

” È sempre un piacere ritrovarsi a leggere la rubrica VVF all’interno della rivista Il Faro che “numero dopo numero ” festeggia il suo 100 mo numero di vita. Una rubrica, ricca di testimonianze e di prezioso materiale d’archivio, che si è  fatta conoscere attraverso la voce dei protagonisti.

Complimenti vivissimi Lia e tante belle cose. Un forte e caro abbraccio Marisa.

Silvano Pietro – Comando provinciale di Trapani sost. Direttore capo esperto

La tua rivista, per l’amore la passione e l’impegno quotidiano che per i vigili del fuoco e per la divulgazione delle notizie sull’operato quotidiano, ordinario e straordinario, del Corpo Nazionale, costituisce un valido importante ed insostituibile organo di stampa di riferimento per tutti gli appartamenti al Nostro Corpo, nel quale tu sei annoverata di diritto in quanto anche figlia d’arte.

 Alessandro Paola Comandante Provinciale di Livorno

Grazie Lia. Un grande risultato che dimostra attenzione e amore per i vigili del fuoco. Non è facile seguire le notizie, ancora più difficile è promuovere il valore e l’impegno che il personale del Corpo esprime nelle più svariate situazioni in cui interviene. Diamo merito a te e al giornale per quanto state facendo in materia, lavorando in modo sistematico e professionale.

Il prestigioso traguardo del centesimo numero de “Il Faro” è un momento importante al quale i vigili del fuoco, dedicano volentieri un pensiero. Questo non solo perché questo periodico segue le notizie che ci coinvolgono, ma soprattutto per la speciale vicinanza che la redazione dimostra di avere per quella quotidianità delle attività di soccorso espletate sull’intero territorio nazionale, missione principale in cui ciascun appartenente al Corpo nazionale si sente votato.

L’attenzione al Corpo vuol dire automaticamente attenzione alla cultura della sicurezza e alle relative problematiche che, purtroppo, emergono in occasione degli interventi espletati e documentati dal giornale e in particolare dal portale sul lavoro dei vvf.

Personalmente, dunque, non posso che ringraziare la redazione, con particolare riguardo alla dott.ssa Lia Albonico, per la dedizione e l’amore con la quale conducono un’attività importante che contiene, evidentemente, elementi di delicatezza nell’ambito degli interventi di soccorso, ma anche di consapevolezza di unione della grande famiglia degli appartenenti al Corpo nazionale dei vigili del fuoco in servizio e in quiescenza.

Auguri.

 Salvatore Tafaro – Comandante provinciale VVf Vibo Valentia

Il 100 esimo numero del “Faro in rete” è un traguardo importante.

Per questo voglio ringraziare l’amica Lia Albonico, che ci ha sempre seguito e continuerà a seguirci, con passione e nel ricordo del caro padre, anche lui collega nel Corpo dei Vigili del Fuoco.

L’impegno profuso ed il tempo dedicato da Lia ha un solo obiettivo: quello di portare a tutti l’informazione e le notizie di ciò che fanno quotidianamente i Vigili del Fuoco. Il mio personale ringraziamento va anche a tutta la redazione sempre attenta alla nostra realtà e attività. Questi ultimi giorni sono stati segnati dal lutto e dal dolore per l’incidente di CATANIA.

Un pensiero particolare va alle famiglie delle vittime e a quelle dei feriti per una rapida guarigione. “Ad Maiora”!!!

 

Marcello Deon- Sostituto Antincendi Capo esperto dei Vigili del Fuoco di Bari

Complimenti Lia per il bel lavoro svolto. E sempre avanti così.  Da parte mia ti ringrazio per l’attenzione che destini al nostro mondo. Un abbraccio

 

Luigi Pistoia – exCapo reparto dei Vigili del Fuoco

Il sistema informativo della rivista ”Il Faro”, la mia preferita, e’ assolutamente all’avanguardia. Le notizie che divulga, spesso corredate da bellissime fotografie, sono di precisione assoluta. Il sottoscritto, gia’ capo reparto dei vigili del fuoco del corpo nazionale, e’ orgoglioso di veder pubblicati eventi e soccorsi di tutti generi perfettamente comprensibili da qualsiasi lettore. Mi verrebbe da dire: ”grazie di esistere” Faro dell’informazione.

————————————————————

 Silvano Pietro – Comando provinciale di Trapani sost. Direttore capo esperto

La rivista, per l’amore la passione e l’impegno quotidiano che per i vigili del fuoco e per la divulgazione delle notizie sull’operato quotidiano, ordinario e straordinario del Corpo Nazionale, costituisce un valido importante ed insostituibile organo di stampa di riferimento per tutti gli appartamenti al Nostro Corpo, nel quale tu Lia sei annoverata di diritto in quanto anche figlia d’arte.

 Robert Triozzi –  Comandante Fire Rescue Development Program

Un bel traguardo il numero 100! Come ogni traguardo, è una pietra miliare che ci permette di guardare il passato come il maestro e come la base per costruire il futuro, parte di un’evoluzione di crescita e di continuo miglioramento. Una bella parte del successo de il Faro è che l’impegno nel pubblicare un giornale d’interesse antincendio è frutto della passione per il lavoro dei VVF.  La stessa passione che abbiamo tutti per il più bel mestiere al mondo! Auguri per il numero 100 e per il continuo sostegno ai VVF che il Faro dimostra con ogni numero!

—————————————–

Il faro compie …..100 numeri

 Gregorio Agresta Bisogna essere grati al Faro, ed in particolare a Lia e Valentina, per la vicinanza e l’attenzione che danno ai Vigili del Fuoco nella particolare rubrica ad essi dedicata, raccontando piccole e grandi storie di persone, eventi importanti e meno, avendo cura di evidenziare sempre il filo conduttore che li lega e cioè l’umanità, la passione, l’amore per questo lavoro, anche quando è faticoso e crudele che questi uomini esprimono in ogni occasione, perché hanno ” come punto di riferimento solo il benessere delle persone nelle loro piccole, grandi emergenze” , come scrivo nel saluto. Così, semplicemente, per salvare vite umane, per ridare gioia, per aiutare la gente a riprendere fiato.

Voglio ringraziare il Faro per la possibilità che da ai Vigili del Fuoco di raccontarsi, senza alcuna enfasi.

Si potrebbe fare di più, far parlare i Vigili dei loro bisogni, delle loro necessità, delle loro preoccupazioni per fare un servizio migliore; ma questa è un’altra storia .

Faccio al Faro i miei complimenti per il traguardo raggiunto del 100° numero e gli auguro ancora lunga vita e grande successo. Un grazie particolare a Lia per il suo impegno e la sua amicizia verso i Vigili del Fuoco. Rivolgo un pensiero ed un ultimo saluto a  Dario Ambiamonte e Giorgio Grammatico.   

                        


 Luigi Abate La mia diretta esperienza al Comando provinciale di Roma, Sassari, Latina fino alla Direzione Regionale del Lazio ha costituito un’ estensione operativa che va dalla prevenzione incendi, al soccorso pubblico, alla difesa civile, al servizio nazionale di protezione civile, all” attività investigativa per incendi dolosi e non . Sempre  al servizio del Ministero dell’ Interno, dello Stato.

Potrei elencare infinite operazioni d’ intervento a rischio della vita personale, dei colleghi, dei volontari: dai terremoti dell’ Irpinia, del Belice, Aquila fino agl’ interventi per incendio in stabili e strutture pubbliche. Interventi eseguiti via terra, acque e cielo.

Il Corpo dei VV.F. conta centinaia di eroi. L’ alto senso del dovere dei suoi uomini è impareggiabile. Proprio per questi motivi non posso non esprimere la mia amarezza nella personale valutazione che troppo spesso il SILENZIO dello Stato, di tutte le Istituzioni è stato troppo spesso assordante.

Finite le esequie per l’ ultima vittima di turno, depositate corone di fiori e alloro, finita la gara a conquistare un posto in prima fila per una foto o un articolo giornalistico, spenti i fari sull’ ennesima tragedia, il buio torna a imperare.

Mancanza di fondi, stipendi ridicoli per coloro che mettono a disposizione la propria vita rimangono problemi di una triste attualità.

                                               

 Fabrizio Santangelo – Dirigente Superiore Ginnico VF

100 numeri… e non dimostrarli! – Alzi la mano che l’avrebbe detto che il duo Valentina-Lia avrebbe raggiunto questo traguardo: forse pochi e, sinceramente, anche io fra questi, considerando le difficoltà in cui versano ormai da anni le pubblicazioni su carta stampa. Invece, il traguardo è stato non solo raggiunto di slancio ma l’entusiasmo iniziale non sembra ancora essere venuto meno, anzi….

La nuova sede, la versione on-line, l’Accademia giornalistica, la diffusione oltre i confini romani, la presenza sui social… insomma le novità dal Faro non finiscono mai. L’attività sportiva dei Vigili in particolare, e il Corpo in generale, hanno fatto, a mio avviso, un buon investimento nell’affidare a questa rivista un ruolo parallelo a quello degli organi di comunicazione ufficiale nel rilancio delle notizie che riguardano il nostro mondo pompieristico. Con l’auspicio di raggiungere nuovi traguardi, care Valentina e Lia, godetevi intanto questo meritato successo. Con stima.

Francesco Lunetta – Primo dirigente ginnico 

Da diverso tempo ricevo l’aggiornamento dell’editoriale di questa rubrica, così scrupolosamente curato con perizia e continuità dalla mia cara amica e concittadina (sono anch’io di origini comasche) Lia Albonico.

Lia si premura sistematicamente, senza “perdere un colpo”, di notiziare noi Vigili del Fuoco sugli avvenimenti più importanti che riguardano il Corpo Nazionale, amplificandone l’opera di divulgazione anche a mezzo dei Social Network quali Facebook. La mia cara amica Lia, particolarmente sensibile alle vicende pompieristiche anche per avere in famiglia il padre Vigile del Fuoco, dà regolarmente spazio, sia all’attività di aggiornamenti sulle normative del Corpo Nazionale, sia ai principali eventi che riguardano l’attività istituzionale di soccorso pubblico svolta dalle pertinenti strutture operative (Comandi Provinciali), sia ai più importanti avvenimenti rilevati nell’ambito nazionale del soccorso, nei quali i Vigili del Fuoco ricoprono un ruolo centrale ed importantissimo (penso ai fatti ben noti all’intera opinione pubblica quali l’opera di salvataggio effettuata dai nostri operatori a Rigopiano e altri eventi di indubbia centralità conquistata dal Corpo, per la consistenza dell’opera di soccorso svolta, nell’ambito dell’opinione pubblica stessa).Questa, si sa, è immensamente riconoscente al Corpo Nazionale per l’utilità quotidiana dell’opera svolta a vantaggio delle popolazioni del paese, mostrando in ogni modo vivissimo apprezzamento e soddisfazione per l’insostituibile ruolo ricoperto dai nostri operatori. Ormai sono abituato a ricorrere sistematicamente alla lettura, nella rivista “IL FARO DEI VIGILI DEL FUOCO”, delle notizie quotidiane riportate con dovizia di particolari nella descrizione dei fatti presentati.

Voglio quindi cogliere l’occasione per inviare alla mia amica un sincero meritato apprezzamento per il lavoro svolto ed  un sentito IN BOCCA AL LUPO, augurandole per il futuro ulteriori sviluppi nella continuazione dell’attività della rivista. 

———————————————————————————

Non sembra vero ma….. – di Lia Albonico

 Non  sembra vero che sia arrivato già il centesimo numero del giornale. Era partito in sordina, pochi fogli e tanta volontà di crescere, e siamo cresciuti. Io ho potuto realizzare un grande sogno che portavo nel cuore: far conoscere meglio la vita dei Vigili del Fuoco. Ho vissuto per molti anni all’ombra della caserma del 25° corpo di Como e mi sentivo partecipe della vita di mio padre. Lui ha dato tutto per la sua missione ed era giusto conservarne la memoria. Ed è quanto IL FARO ha fatto per me e per i Vigili del Fuoco creando una rubrica tutta per loro ed un considerevole spazio sul portale in rete. Grazie cara Valentina, te ne sono riconoscente anche a nome di tutti i Vigili del Fuoco.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *