Revoca agevolazione prima casa: ultime sentenze

Please follow and like us:

laleggepertutti.it – https://bit.ly/2YYAjD4

Revoca agevolazione prima casa; acquisto prima casa; effetti fiscali dell’atto di compravendita; donazione dell’immobile; dichiarazione del contribuente; residenza anagrafica; immobile di lusso; contratto preliminare di compravendita.

In quali casi viene revocata l’agevolazione della prima casa? Quali sono i presupposti per la revoca dell’agevolazione? Quali sono i parametri idonei ad esprimere il carattere lussuoso di un’abitazione? Per saperlo, leggi le ultime sentenze.

Indice

R

Nell’ipotesi di revoca delle agevolazioni per acquisto prima casa, il cui venditore sia un soggetto Iva, legittimamente l’Amministrazione finanziaria emette avviso di liquidazione per l’imposta in parola e non un atto accertativo nei confronti del contribuente – acquirente.

In tale fattispecie, infatti, non si è in presenza di un accertamento di maggior reddito in capo al contribuente bensì ad una mera rideterminazione degli effetti fiscali dell’atto di compravendita e quindi ad un ricalcalo e nuova liquidazione dell’imposta d’atto dovuta.

Trattandosi di provvedimento di riliquidazione la sua eventuale impugnazione non sospende (art. 56 d.P.R. n. 131/1986) la procedura di riscossione nel corso del giudizio.

La notificata della relativa cartella a mezzo pec, può essere qualificata come invio di documento informatico originale. Pertanto non è dovuta alcuna attestazione di conformità e diviene irrilevante l’estensione del file (.pdf) non essendo prevista la necessità del formato p7m. L’Agenzia delle Entrate-Riscossione può stare in giudizio sia direttamente senza fare ricorso a difensori abilitati che con difensori esterni.

Comm. trib. reg., (Lombardia) sez. XIX, 06/11/2018, n.4754

Please follow and like us:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Social media & sharing icons powered by UltimatelySocial