Pompieropoli, saggi e storia in piazza a Matera con i Vigili del Fuoco

Please follow and like us:

giornalemio.it – https://urly.it/32152

Tra i bimbi qualcuno di loro un giorno diventerà vigili del fuoco, ma tutti avranno bene in mente cosa significa cultura della sicurezza e cosa fare e non fare quando c’è un ambiente saturo di gas, come spegnere una fiamma o come comportarsi quando c’è un terremoto. Questo e altro con ”Pompieropoli” la piccola città dei pompieri ideata a Matera che è diventata un esempio su scala nazionale.

Didattica e divertimento insieme che hanno caratterizzato una mattinata davvero intensa in Piazza Vittorio Veneto a Matera per il 26° raduno nazionale dell’Associazione nazionale dei vigili del fuoco. E accanto al comandante Salvatore Tafaro, i vertici nazionali del sodalizio, squadre di vigili in servizio o in pensione come Pino Copeta che si reca puntualmente nelle scuole per trasferire preziose informazioni sulla sicurezza o Vincenzo Giaculli, che ha aperto la pagina del libro di storia dei Vigili del Fuoco pedalando su una vecchia bici e divisa d’epoca, con tanto di ”bustina” come era quasi 70 anni fa. E a proposito di pagine di storia la bella sorpresa dei Vigili del Fuoco di Milano, che hanno portato a Matera due fiammanti Isotta Fraschini della quale abbiamo parlato nel servizio

Abbiamo visto commuoversi un signore ottantenne, trevigiano, davanti alla targa ottonata che ricorda gli interventi sul campo a cavallo della Grande Guerra da una delle autopompe della Isotta Fraschini 

Please follow and like us:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Social media & sharing icons powered by UltimatelySocial