“La salute dei Vigili del Fuoco è a rischio”.

Please follow and like us:

COMUNICATO STAMPA

A lanciare l’allarme è il Segretario Generale UIL PA Vigili del Fuoco Alessandro Lupo.

“Sui nostri dispositivi di protezione individuale le sostanze cancerogene superano 100 volte il limite massimo consentito e l’incidenza di cancro e di malattie cardiovascolari è molto più elevata rispetto ad altre categorie lavorative. Ma in Italia, a differenza di altri

Paesi, i Vigili del Fuoco non dispongono di opportuni protocolli di decontaminazione, non beneficiano di alcuna assicurazione contro gli infortuni e le malattie professionali, non sono considerati categoria usurata e non hanno alcuna forma di previdenza complementare.

Una situazione paradossale che va necessariamente sanata attraverso l’adozione di opportuni provvedimenti di carattere normativo ed un impegno trasversale delle Istituzioni e della politica affinché la difesa della salute dei lavoratori non rappresenti un semplice slogan mediatico o un progetto di legge fermo in un cassetto.

Ciò anche in rispetto di molti ex colleghi o colleghi che hanno lottato o lottano disperatamente contro gravi patologie e contro un sistema che costringe a non veder riconosciuto neanche il diritto ad indennizzi per le proprie famiglie”.

Segreteria Nazionale – UIL PA Vigili del Fuoco

[Messaggio troncato]  Visualizza intero messaggio3 allegati

Please follow and like us:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Social media & sharing icons powered by UltimatelySocial