cronacaEconomia e Finanza

Cashback sulle bollette: ecco quando è ammesso

Spread the love

pmi.it – urly.it/39qf_

Cashback sugli acquisti  di beni e servizi con transazioni digitali, bollette comprese se pagate nei negozi fisici (ad esempio dal tabaccaio o nei punti SisalPay). Non scatta invece il rimborso di Stato del 10% se le tassa o la bolletta viene pagata da casa online, oppure se c’è l’addebito automatico, nemmeno se il RID è associato ad uno strumento normalmente ammesso al cashback, come la carta di credito.

Vediamo bene tutte le regole sul cashback nel caso specifico del pagamento di bollette (luce, gas, telefono e via dicendo).

Quali bollette ammesse al Cashback

I pagamenti effettuati tramite carta sono ammessi al cashback solo se ci si reca in un negozio o un punto vendita fisico. Se si effettua un versamento o acquisto online con la medesima carta, l’operazione non viene conteggiata. Stesso principio per le bollette. Se ci si reca con il bollettino dal tabaccaio e si paga con uno strumento digitale l’operazione è valida per il cashback. Da casa con carta e circuito PagoPA (per fare un esempio) niente cashback.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.