Ambiente: con tecnologia ENEA cellulari dismessi diventano “miniere” di materie prime

Spread the love

COMUNICATO STAMPA ENEA

ENEA ha sviluppato un nuovo processo per il recupero di materiali e metalli da telefoni cellulari a fine vita nell’ambito del progetto PORTENT co-finanziato dalla Regione Lazio. Una tonnellata di schede elettroniche dei telefonini contiene in media 276 g di oro, 345 g di argento, 132 kg di rame, ma se si considerano altri componenti, come magneti e antenne integrate, l’elenco comprende anche le terre rare (2,7 kg per tonnellata di smartphone).  

Per la notizia completa: https://www.enea.it/it/Stampa/news/ambiente-con-tecnologia-enea-cellulari-dismessi-diventano-201cminiere201d-di-materie-prime-per-nuovi-dispositivi-elettronici

La notizia è stata pubblicata sull’ultimo numero in italiano del nostro settimanale ENEAinform@, che tornerà online in italiano giovedì 13 gennaioENEAinform@https://www.enea.it/it/eneainforma/archivio/2021/ENEAINFORMA222021_it.html/view_html

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.