Contratto di lavoro: le novità

Spread the love

LIA ALBONICO

Descrizione: Risultati immagini per governo sindacati

85 euro lordi mensili – da un minimo di 63 euro a un massimo di 117 per i dipendenti Contratto di lavoro: le novità

dei ministeri, agenzie fiscali ed enti pubblici non economici. Extra per le fasce retributive più basse, l’adeguamento sarà di almeno 84 euro per tutti. Attesa l’una tantum con gli arretrati da 545 euro.

Confronto con i sindacati – Per gli orari e l’organizzazione del lavoro, si potrà contrattare (da turni a straordinari). I bonus di eccellenza non saranno per tutti nella medesima proporzione.

Durata massima di tetto e precarietà – Il contratto a tempo determinato non potrà superare i 36 mesi, prorogabili per altri 12, solo eccezionalmente. La percentuale dei dipendenti a termine, come per il privato non potrà superare il 20% del totale. Oltre il periodo descritto, non si potrà essere assunti poiché ciò avviene solo per concorso, ma servirà come punteggio.

Molestie sessuali – sanzioni e licenziamenti – In casi di molestie sul luogo di lavoro, al molestatore sarà comminata una sospensione fino a un massimo di 6 mesi. Se il comportamento è reiterato, scatterà l’espulsione definitiva. Anche chi chiede o accetta regali di valore superiore a 150 euro, può essere licenziato.

Assenze strategiche ingiustificate – Escluso dall’ufficio e senza stipendio chi ricorrerà fino a due assenze ingiustificate precedenti o seguenti le giornate festive. Anche per le assenze “corali” è prevista la stessa sanzione e se si ripete la medesima condotta, scatterà il licenziamento. Se nell’ufficio si verificano tassi di assenteismo anomali e non giustificabili, tutti gli appartenenti alla stessa unità di lavoro non potranno accedere all’aumento del monte premi.

Orari flessibili, permessi frazionabili e ferie solidali – Sarà possibile accedere anche nella Pubblica Amministrazione all’orario di lavoro “elastico”, con fasce di tolleranza in entrata e in uscita.  Accresciuta la possibilità di passare al part time.

Sarà possibile volontariamente ed a titolo gratuito destinare la parte eccedente le quattro settimane di ferie a un altro dipendente, che abbia necessità familiari o di salute. Inoltre si potrà usufruire in ore, i tre giorni di permesso previsti per motivi familiari o personali. Anche nella P.A. saranno applicabili le stesse regole.

Unioni civili omosessuali – I conviventi potranno godere dei 15 giorni di congedo retribuito per le nozze.

Legge 104 – I permessi previsti da questa legge sulla disabilità, saranno introdotti nella programmazione mensile; in caso di “documentata necessità” la domanda potrà essere presentata nelle 24 ore precedenti. Le tutele per le terapie salvavita sono estese anche ai giorni di assenza dovuti agli effetti collaterali dei trattamenti.

Contrattazione di secondo livello – Le amministrazioni potranno riconoscere ai dipendenti benefit specifici come polizze sanitarie, borse di studio per i figli, biglietti gratis per i musei, ecc..

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *