Tumore al seno e ovarico: novità INPS su riconoscimento di invalidità

Spread the love


www.disabili.com/  –  https://goo.gl/w15fMW

Una circolare INPS cambia la valutazione dell’invalidità civile per le donne anche sane ma con mutazioni nei geni BRCA che si sottopongono a mastectomia o chirurgia  preventiva

L’INPS riconoscerà una corretta percentuale di invalidità alle donne portatrici delle mutazioni BRCA1 e BRCA2 che sceglieranno la chirurgia preventiva di seno e/o ovaie anche senza aver sviluppato la malattia.
Si tratta di una novità importante, perché si tiene conto non solo della menomazione fisica conseguente a tali interventi, ma anche delle ricadute psicologiche dell’essere portatori di un alto rischio genetico.

In Italia le persone portatrici delle mutazioni BRCA sono calcolabili, in assenza di dati nazionale certificati, tra le 75 e le 150 mila. Si tratta di persone esposte al rischio di sviluppare in giovane età, anche sotto i 30 anni, i tumori al seno, all’ovaio, e all’endometrio, oltre ad altre neoplasie. Il rischio deriva da una predisposizione di tipo genetico, che in qualche modo fa vivere con un “timer” che fa sempre attendere l’insorgere della malattia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *