SicurezzaVigili del fuoco

Quando va evitato lo spegnimento con acqua? 

Spread the love
ROBRTO TAGLIAFERRI

Le principali attrezzature per lo spegnimento degli incendi sono realizzate da tubazioni, collegabili tra loro (manichette) o fisse e avvolte su rulli (naspi); quest’ultimi sono caratterizzati da tubi in gomma direttamente allacciati alla rete idrica. L’acqua è inviata dalle bocche di erogazione ai diffusori, capaci di lanciare a distanza e perciò chiamati “lance”. LO SPEGNIMENTO CON ACQUA VA EVITATO:  in presenza di apparecchiature sotto tensione, in quanto è conduttore di elettricità;  su fuochi di classe “C” (gas); su fuochi di classe “D” (metalli); su fuochi di classe “F”; (oli e grassi) ed in ambienti a temperatura inferiore a 0°C.

Roberto TagliaferriPim antincendio srlwww.pimantincendio.it  tel.06 65759205 – Via Idrovore della Magliana 143

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.