Quando va evitato lo spegnimento con acqua? 

Spread the love
ROBRTO TAGLIAFERRI

Le principali attrezzature per lo spegnimento degli incendi sono realizzate da tubazioni, collegabili tra loro (manichette) o fisse e avvolte su rulli (naspi); quest’ultimi sono caratterizzati da tubi in gomma direttamente allacciati alla rete idrica. L’acqua è inviata dalle bocche di erogazione ai diffusori, capaci di lanciare a distanza e perciò chiamati “lance”. LO SPEGNIMENTO CON ACQUA VA EVITATO:  in presenza di apparecchiature sotto tensione, in quanto è conduttore di elettricità;  su fuochi di classe “C” (gas); su fuochi di classe “D” (metalli); su fuochi di classe “F”; (oli e grassi) ed in ambienti a temperatura inferiore a 0°C.

Roberto TagliaferriPim antincendio srlwww.pimantincendio.it  tel.06 65759205 – Via Idrovore della Magliana 143

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.