cronacaCultura

Il Municipio IX di Roma Eur ha annunciato la proroga delle tre mostre attualmente in corso presso la Vaccheria,

Spread the love

ROMA – Il Municipio IX di Roma Eur ha annunciato la proroga delle tre mostre attualmente in corso presso la Vaccheria, lo spazio espositivo di Roma Capitale nato dalla convenzione urbanistica “Eur – Castellaccio”.

I visitatori avranno tempo fino al 31 marzo per ammirare, o tornare ad apprezzare, le opere dei più grandi artisti del ‘900 presentate nel progetto espositivo Dal Futurismo all’Arte Virtuale, a cura di Giuliano Gasparotti e Francesco Mazzei; mentre, fino al 31 gennaio prossimo, avranno la possibilità di scoprire da vicino i segreti dell’arte fumettistica e del disegno applicato al cinema, grazie alle due mostre L’arte nei fumetti di Massimo Fecchi e Il cinema dipinto: l’arte nei manifesti di Rodolfo Valcarenghi.

Dal Futurismo all’arte virtuale: cronaca artistica del Novecento

La mostra Dal Futurismo all’Arte Virtuale, curata da Giuliano Gasparotti e Francesco Mazzei, presenta capolavori provenienti da due collezioni private e dalla Collezione Rosini Gutman. Organizzata in quattro “capsule” tematiche, l’esposizione guida gli spettatori attraverso un viaggio partendo dalle avanguardie del passato fino alle espressioni artistiche più contemporanee.  I visitatori sono invitati ad immergersi in ambientazioni oniriche con installazioni di arte digitale, per scoprire la rivoluzione artistica del Novecento di artisti del calibro di Balla, Calder, Modigliani, Duchamp, Dalì, Manzoni e molti altri

L’arte nei Fumetti di Massimo Fecchi: un viaggio nel mondo animato

Nell’esposizione principale, L’arte nei Fumetti di Massimo Fecchi, gli appassionati avranno l’opportunità di ammirare circa 100 tavole realizzate da Massimo Fecchi, un artista rinomato a livello globale. Fecchi, con il suo passato come disegnatore per la Warner Bros e la Disney, ha contribuito in modo significativo alla creazione di personaggi indimenticabili come Tom & Jerry, Bugs Bunny, Paperino e Topolino

Il cinema dipinto: l’arte nei manifesti di Rodolfo Valcarenghi

In parallelo, l’esposizione Il cinema dipinto: l’arte nei manifesti di Rodolfo Valcarenghi consente di apprezzare il talento di Valcarenghi attraverso i manifesti cinematografici realizzati negli anni ’50, un periodo in cui tali opere erano dipinte a mano. Tra i manifesti torviamo: Riso amaro, Crimen, I diavoli alati, I compagni, L’uomo dalla cravatta di cuoio, Uno strano tipo, Attila, I figli della gloria, I pionieri del west.

https://artemagazine.it/2024/01/10/la-vaccheria-proroga-delle-tre-mostre-allestite-nello-spazio-espositivo-delleur/

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.