Vigili del fuoco

Conosciamoli meglio – Dott. Ing. GIANCARLO CUGLIETTA comandante della Scuola di Formazione Operativa (S.F.O.) di Monte Libretti. 

Spread the love

-Docente in numerosi corsi di formazione nelle Aziende classificate ad elevato, medio e basso rischio di incendio in materia di: “Prevenzione incendi, Protezione antincendio e Gestione delle emergenze”;

-Docente ai corsi di ingresso del personale VV.F. in materia di: “Costruzioni e dissesti statici”

-Docente ai corsi base di specializzazione in prevenzione incendi-ex 818 presso gli Ordini Professionali.

Intervista di Lia Albonico

  • Parliamo di te: le tue origini?

Sono Calabresi, provincia di Cosenza, paese sulla costa tirrenica, Amantea.  Ho studiato all’Università della Calabria -Cosenza 

  • Come hai deciso di diventare un ufficiale dei Vigili del Fuoco? 

Laureato in ingegneria, ho partecipato al concorso pubblico per Ispettori Antincendi del Corpo Nazionale dei Vigili del Fuoco, e da quel giorno ho iniziato la mia carriera di Vigile del Fuoco. 

 Provenivo da una precedente attività privata ed entrando in un’amministrazione statale, l’approccio e la tipologia di lavoro erano completamente differenti. Ma poi, gradualmente, mi sono inserito nel meccanismo, ho adattato la mia professionalità e le mie conoscenze all’amministrazione del Corpo Nazionale. Ho cominciato a capire come funziona la macchina della pubblica amministrazione e mi sono trovato bene.

Da Vigili del Fuoco, dopo avere fatto il corso, la prima esperienza  l’ho avuta presso l’allora Ispettorato Formazione  del Dipartimento dei Vigili del Fuoco – Roma.

Poi sono stato trasferito all’allora ufficio Sedi di Servizio del Dipartimento, dove  ho iniziato a svolgere  attività di progettazione e gestione dei lavori delle Sedi di servizio dei Vigili del Fuoco in particolare ubicate nelle Regioni Calabria, Sicilia, Toscana e Umbria, dove ho anche svolto incarichi di  collaudatore statico in corso d’opera delle strutture e componente delle commissioni di collaudo tecnico amministrativo nei  lavori per la realizzazione di nuove sedi di servizio e ristrutturazione di sedi esistenti;

Ho svolto anche servizio presso il Comando dei Vigili del Fuoco di Roma.

  • Ricordi interventi importanti cui hai partecipato?

 Ricordo una volta un incendio abbastanza grave  in un edificio ubicato in zona EUR di Roma, dove furono evacuate diverse famiglie. Quando una delle abitazioni ha preso fuoco, quale funzionario di guardia con le squadre intervenute abbiamo salvato una signora rimasta nell’ascensore bloccato per mancanza di corrente. Con l’aiuto dei Vigili del Fuoco, intervenuti, siamo riusciti ad aprire la porta. Recuperata la spaventatissima signora, è stata poi affidata  al 118.

Ho partecipato a diversi disastri naturali. Tra il 1997-98, ho partecipato alle attività di soccorso, e verifica di stabilità degli edifici danneggiati dal sisma nelle Regioni Marche e Umbria

Dal 2009 al 2010, ho partecipato all’attività di soccorso e di verifica di stabilità degli edifici danneggiati dall’evento sismico del mese di aprile 2009 della città dell’Aquila,

L’ultimo evento  cui ho partecipato è stato nel 2012 in Emilia-Romagna  nell’attività di soccorso e di verifica di stabilità degli edifici danneggiati dall’evento sismico del mese di maggio della Regione.

.

  • Conosciamo meglio Monte Libretti – che attività vi si svolgono?

Nella Scuola si svolge una complessa attività formativa ed operativa, di alta specializzazione, rivolta al personale VV.F. sia di nuovo ingresso nell’Amministrazione, oltre alla attività formativa di aggiornamento e  mantenimento del personale già in servizio.

La Scuola di Formazione Operativa(SFO)  fa capo alla Direzione Centrale per la Formazione, insieme alle Scuole Centrali Antincendi(SCA) di Roma Capannelle, dove viene svolta la formazione base del Vigile del Fuoco è all’Istituto Superiore Antincendi(ISA)- scuola dei vigili del fuoco ubicata in via del Commercio a Roma, per la formazione dei neo funzionari di nuovo ingresso nel Corpo.

Presso la  Scuola di Formazione Operativa transitano  tutti i neo allievi VF alle prime armi, dove svolgono la parte pratica, per essere formati dal punto di vista  operativo. La scuola infatti dispone di diverse strutture ed impianti, dove si simulano  scenari incidentali, che si avvicinano il più possibile agli  interventi reali che dovranno poi affrontare.

Il corso dura 6 mesi, poi gli  allievi per ulteriori 3 mesi vanno ai comandi in affiancamento con i colleghi più anziani per completare il percorso formativo, per poi  essere assegnati in modo definito sul territorio e inseriti nelle squadre operative di soccorso tecnico urgente. Durante questo periodo di affiancamento, ci si rende veramente conto se qualcuno non è adatto alla missione di Vigile del Fuoco, cercando  di guidare i ragazzi affinché superino i propri limiti,  facendoli operare sempre in sicurezza.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.