cronacaInternazionale

Mai tanti cristiani perseguitati nel mondo. Sos della World Watch List

Spread the love

Mai i cristiani così nel mirino come oggi. La Corea del Nord è stabile al primo posto per violazioni della libertà religiosa. Intanto l’Africa Subsahariana è scenario di massacri per ragioni di fede. Salgono a oltre 365 milioni i cristiani che sperimentano un alto livello di persecuzione e discriminazione nel mondo (un cristiano su 7). 4.998 i cristiani uccisi per cause legate alla fede. Salgono da 11 a 13 i paesi che mostrano un livello di persecuzione e discriminazione definibile estremo. E’ il regime totalitario di Pyongyan a guidare la graduatoria dei persecutori. Il dittatore Kim Jong-un ha intensificato, infatti, i rimpatri forzati di fuggitivi nordcoreani da parte della Cina. I perseguitati sono destinati a carcere, tortura e in alcuni casi morte. A ciò si aggiunge la politica del regime nordcoreano di “tolleranza zero” per i cristiani. In questo modo diventa impossibile in pratica vivere la fede cristiana nel paese asiatico. Nelle prime 5 posizioni ci sono 3 nazioni fortemente islamiche. A conferma del fatto che l’oppressione islamica rimane una delle fonti principali di intolleranza anticristiana. Somalia (2°), Libia (3°) e Yemen (5°). Con queste ultime nazioni che si scambiano di posto rispetto all’anno precedente

INTERRIS.IT

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.