I nostri bisogni … L’inizio di una grande emozione.

Please follow and like us:
RSS
Facebook
Facebook
Twitter
LINKEDIN

VALENTINA TACCHI

A volte però, questo seme rimane bloccato e non può fiorire. Le nostre azioni non prendono il via perché si scontrano con la nostra realtà e spesso con la nostra paura. Non possiamo soddisfare i nostri bisogni “superiori”, quelli che vengono dal cuore se siamo presi da altro. Non ci sarà energia sufficiente per raggiungere l’autorealizzazione se i bisogni primari come il cibo, la casa o la sicurezza invade la nostra mente.
La piramide esistenziale dello psicologo Maslow spiegava che ogni bisogno tende a disporsi in una gerarchia di importanza. Ognuno deve essere soddisfatto per passare ad un livello successivo. Il nostro cervello non fa distinzione tra realtà concreta o immaginaria. Può proiettare cose positive e crearsi immagini appaganti che diventino così la molla per raggiungere veramente ciò che desideriamo.
Altrimenti, scegliere di tinteggiare con scene negative i pensieri e con pennelli neri allontanare i bisognisuperiori che non saranno più il nostro focus. Il foglio della vita sarà allora sempre lo stesso, in una spirale di confortevoli certezze, nasconderemo i timori in regole rigide e schemi che ci rassicurano. La verità è che durerà poco. Quel seme vorrà uscire prima o poi per non morire. In qualche modo si manifesterà.
Se la paura si combatte con l’azione, è vero anche che sono i nostri bisogni appagati e il soddisfare quelli di chi vogliamo bene che ci può rendere felici nelle nostre relazioni, nei rapporti lavorativi e è il segreto di unioni e condivisioni speciali! Come spiegRoberto Re nel suo libro “Leader di te stesso” occorre iniziare subito, senza rimandare e soddisfare in positivo, tutti i nostri 6 bisogni (4 fondamentali e 2 più spirituali) secondo una logica che non si basa su una gerarchia.
Il bisogno di sicurezza è quello che ci dà la sensazione di avere il controllo della situazione. C’è chi ordina la casa, chi usa gli stessi schemi, chi mangia o fugge dai problemi, chi abusa dei medicinali, si trincera dietro malattie o dorme molto. Le abitudini danno sicurezza, così come la fede e lo studiare tanto. Ma se vivessimo sempre sicuri e la nostra vita fosse sempre uguale sarebbe noiosa. Ecco allora il nostro bisogno di varietà.
Viaggiamo, facciamo hobby, andiamo al cinema ed instauriamo nuove amicizie (meglio non parlare di cibo, alcol e droghe) oppure si cerca una nuova relazione o si mandano all’aria con autosabotaggio situazioni sicure. Ogni persona ha poi bisogno di sentirsi importante, avere il possesso materiale (casa, auto, moto, abiti e gioielli) o fare figli, volontariato e beneficenza. Qualcuno arriva invece, a denigrare gli altri per sentirsi importante, parlare delle proprie sfortune per sentirsi unico, usare violenza. Poi abbiamo il bisogno di amore ed unione sia nelle sue forme spirituali che sessuali.
Please follow and like us:
RSS
Facebook
Facebook
Twitter
LINKEDIN

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Social media & sharing icons powered by UltimatelySocial