Lavoro notturno: i chiarimenti dell’ispettorato

Please follow and like us:

 studiocataldi.it  –  https://goo.gl/PHU585

di Gabriella Lax – Riguardo al rispetto della durata massima di lavoro notturno, occorre fare riferimento alla settimana lunga, quella, per intenderci, articolata su 6 giorni e a prescindere dall’effettiva articolazione dell’orario settimanale di lavoro del lavoratore interessato. A fornire i chiarimenti è l’Ispettorato nazionale del lavoro in relazione ad una richiesta di parere circa i limiti dell’orario di lavoro notturno ai sensi dell’art. 13 del D.Lgs. n. 66/2003 (vedi allegato).

L’Inl, sulla base dell’orientamento acquisito dal Ministero del lavoro e delle politiche sociali, cerca di rispondere su quale sia «la corretta modalità di individuazione dell’arco temporale di riferimento su cui calcolare il rispetto del limite della media di ore notturne lavorate che è pari ad otto ore nelle ventiquattro».

Please follow and like us:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Social media & sharing icons powered by UltimatelySocial