Violazione di domicilio da parte del proprietario di casa

Please follow and like us:

laleggepertutti.it – https://urly.it/324tt

Secondo la Suprema Corte, si può denunciare per violazione di domicilio il proprietario che entra nel proprio immobile, di cui ha le chiavi, dopo averlo concesso in locazione o in comodato a terzi. Non importa per quale ragione tenti di accedere all’interno di esso (può anche agire per verificare che non siano stati eseguiti dei lavori o per riparare dei danni gravi).

Anzi, secondo la Cassazione, anche la parte antistante la porta di casa, di solito coperta dallo zerbino, rientra nel domicilio sicché non vi si può sostare senza commettere reato.I

Chi, infatti, vive in un appartamento altrui – sia che ciò avvenga a titolo di affitto (o meglio «locazione») o di prestito (o meglio «comodato») – acquisisce un potere sull’immobile che la legge definisce «detenzione qualificata». Egli diventa, quindi, titolare di un diritto personale di godimento e uso esclusivo del bene del tutto simile a quello del proprietario e che gli consente di tutelare il proprio domicilio.

Please follow and like us:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Social media & sharing icons powered by UltimatelySocial