Scoperta una piccola Stonehenge ad Alzate Brianza: ritrovamenti del Paleolitico

Spread the love

Alzate Brianza (Como), 8 dicembre 2022 – È una piccola Stonehenge risalente a 7mila anni fa quella che si trova, in gran parte sepolta e ancora da scoprire, alle porte del paese al confine con Anzano del Parco, nell’area tra la rotatoria sulla Como-Bergamo e il tracciato del metanodotto. Dove oggi sfrecciato le auto, in un periodo compreso tra il 5030 e il 4790 a.C. – come hanno permesso di datare gli esami con il carbonio 14 – in pieno Paleolitico, c’era un insediamento di uomini che si dedicavano all’agricoltura, i primi in tutta la provincia di Como e addirittura nell’area Prealpina.

“Sicuramente quello delle Fornaci di Careggi è un sito molto importante e promettente per la quantità e la qualità dei reperti ritrovati nel corso delle campagne di scavo concentrate dal 2014 al 2016 – spiega l’archeologo Gabriele Martino, uno degli scopritori dell’insediamento che ha raccolto e censito i reperti per conto della Soprintendenza – Si è trattato dei ritrovamenti più antichi rinvenuti nel corso delle ultime campagne di scavo. In provincia di Como ci sono ritrovamenti più antichi identificabili con una comunità di agricoltori, solo in provincia di Varese abbiamo trovato tracce ancor più risalenti”. Un tesoro in gran parte ancora da scoprire visto che i reperti, oltre 20mila quelli rinvenuti molti dei quali ancora in fase di studio, sono stati trovati scavando un’area di 35 metri quadrati nel corso dei lavori per la posa del metanodotto

https://www.ilgiorno.it/

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.