Totti, addio alla Roma: ”Se lascio non è per colpa mia, tornerò quando ci sarà un’altra proprietà”

Please follow and like us:

repubblica.it –

ROMA – “Mi dimetto non per colpa mia, il club mi ha tenuto fuori da tutto. Piuttosto che lasciare la Roma, però, avrei preferito morire”. Sono le due del pomeriggio quando Francesco Totti fa il suo ingresso nella sala d’onore del Coni per l’ultima volta da tesserato della Roma. A pochi metri da qui c’è lo stadio Olimpico, dove nel giugno di 18 anni fa il ragazzo di Porta Metronia conquistava il suo unico e indimenticabile scudetto con la Roma. Oggi invece verrà ricordato come il giorno in cui Totti alla Roma ha detto addio. “Alle 12.41 di oggi ho mandato una mail al Ceo Guido Fienga in cui ho dato le mie dimissioni dalla Roma – esordisce Totti mentre nella sala del Coni cala un silenzio surreale – questo è un giorno che non avrei mai pensato di vivere. Viste le condizioni è stato però doveroso prendere questa decisione: non ho mai avuto la possibilità operativa di poter lavorare sull’area tecnica con la Roma, anzi. Sono sempre stato un peso per questa società, sia da calciatore che da dirigente mi hanno considerato una figura ingombrante”.

Please follow and like us:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Social media & sharing icons powered by UltimatelySocial